Abbazia di Montichiari - il portale della vita della parrocchia di Santa Maria Assunta
 
Catechesi nei Centri di ascolto

Centri pastorali
   
Centri pastorali  
Scopri tutti i centri pastorali della...  

Vita monteclarense
   
Vuoi partecipare alla vita del sito?  
Contribuisci ad arricchire il sito inviandoci commenti, le tue idee, le tue fotografie....  

 

HOME > Vita della parrocchia e della comunità > Catechesi > Catechesi nei Centri di ascolto > Anno 2012-2013 Genesi capp. da 1 a3

 
     
Anno 2012-2013  Genesi capp. da 1 a3
   
Scarica il file
Documenti
     
  Programma del percorso-brochure
     
     
  Sedi dei Centri di Ascolto
     
     
  1° incontro
     
     
  2° incontro
     
     
  3° incontro
     
     
  4° incontro
     
     
  5° incontro
     
     
  6° incontro
     
     
  7° incontro
     
 

Anno 2012-2013 Genesi capp. da 1 a3

 

I primi undici capitoli del libro della Genesi rappresentano uno di quei testi che da un lato sono ben noti, dall'altro, invece, sono molto spesso travisati. Tutti abbiamo sentito parlare della creazione del mondo, di Adamo ed Eva, di Caino e Abele, del diluvio universale e della torre di Babele. Eppure, chi di noi sarebbe davvero capace di leggere e commentare questi testi e di trarne messaggi ancora validi per i credenti di oggi? Di fronte a queste pagine, siamo così sicuri di conoscerne già il significato?

 1° incontro
INTRODUZIONE ALLA LETTURA DI GEN 1-11

Gen 1-11 è un testo fondamentale, nel quale si ritrovano temi come il senso della vita dell’uomo, della creazione e del rapporto con il mondo, della coppia e della famiglia, del lavoro, della violenza e del peccato, del potere e, soprattutto, nel quale emerge la figura di un Dio ricco di amore che fin dalle origini entra in dialogo con l’umanità

2 ° incontro
LA CREAZIONE DEL MONDO E DEI VIVENTI (Gen. 1,1-25)

Dal primo al quinto giorno
Lo Spirito è presente prima ancora che Dio parli per far venire alla luce la realtà. La creazione di fatto avviene per la forza della Parola ed è solo la Parola che crea, basta la parola per creare; ma è una parola fecondata dallo Spirito


3° incontro
LA CREAZIONE DELL’UOMO E IL SABATO (Gen 1,26-31 e 2,1-4a)

Dal sesto al settimo giorno
Nel sesto giorno vengono racchiuse due opere di Dio: gli animali terrestri e l'uomo. Ancora una volta Dio chiama in causa la terra, perché sia essa a produrli. Ma c'è un salto di qualità quando avviene la creazione dell'uomo, anzi è meglio dire dell'umanità. "Facciamo un terrestre": non è subito specificato come uomo e donna. Non ha senso parlare di un maschio, creato prima della donna, perché è l'umanità in genere.

4° incontro
L’ESSERE UMANO NEL GIARDINO DELL’EDEN (Gen 2,4b-3,24)

- Perché due racconti della creazione? Sappia¬mo che il testo di Gen 2,4b-3,25 contiene una se¬conda narrazione della creazione che è ben diver¬sa, nello stile e nel contenuto, da quella appena vista in Gen l,l-2,4a. Perché conservare entram¬bi i racconti? Non si tratta di voler rispettare due tradizioni ugualmente venerate, come spesso è stato detto. I due racconti, in realtà, sono entram¬bi necessari: Gen 1, infatti, risponde alle doman¬de degli ebrei che si chiedono perché il mondo è fatto così, da dove viene e chi lo ha creato. Gen 2-3, invece, risponde piuttosto ad altre domande: Chi è l'uomo? Perché nel mondo c'è il male?

5° incontro
LA CREAZIONE DELLA DONNA (Gen 2,18-25)

Questo racconto ci è sempre sembrato un po' strano e forse ci ha fatto anche sorridere: la donna che viene creata dalla costola dell'uomo! In realtà, si tratta di una breve narrazione davvero densa di significato, il cui scopo è ancora una volta rispondere a una domanda sul senso della nostra vita. Perché l'essere umano esiste come maschio e femmina? Qual è il senso della coppia umana? A questa domanda, in realtà, aveva già dato una risposta il primo racconto della creazione (si rilegga al riguardo Gen 1,27-28); in questo secondo racconto, pur partendo da una prospettiva più decisamente maschile, tale risposta viene ampliata e completata.

6° incontro
LA TENTAZIONE (Gen 3,1-7)

Con questa scheda affrontiamo la lettura di un testo che è da un lato tra i più noti, dall'altro tra i più travisati della tradizione cristiana. Chi non ha sentito parlare della "me¬la" mangiata da Eva e del peccato che avrebbe dato origi¬ne a tutti i guai possibili e immaginabili che hanno colpito l'umanità?

7° incontro
IL GIUDIZIO E LA CACCIATA DALL’EDEN (Gen 3,8-24)

Questi versetti ci presentano le conseguenze del pec¬cato commesso dall'uomo e dalla donna, conseguenze che possono essere così riassunte: dopo la colpa, l'esse¬re umano è una creatura ferita, ferita nella sua relazione con Dio, con l'altro, con il mondo. È questa l'altra fac¬cia del progetto di Dio descritto nel capitolo precedente

8° incontro

Grande centro d’ascolto in duomo
IN PRINCIPIO ERA LA PAROLA (GV 1, 1-5,14)
Il Quarto Vangelo si apre con la designazione di Gesù come Parola di Dio. Dando a Gesù questo titolo, Giovan¬ni fa del Cristo colui che permea tutta la storia narrata dall'Antico Testamento; potrà proclamare che egli "è prima di Abramo" (8,58), che Mosè "scrisse" di lui (5,46), che Isaia "vide la sua glo-ria" (12,41). La Parola "era in principio", "era presso Dio", " era Dio.

 

   
Calendario
Calendario

 
 
     
   
 
Parrocchia di Montichiari
Home | Vita della parrocchia | Spiritualità | Strumenti di Comunicazione | Persone | Città di Montichiari | Chi siamo
Web Credits | Privacy